Fondazione Cariplo

Da WikiSolidarietà.
Jump to navigation Jump to search

Mission

Fondazione Cariplo fa filantropia.

Da quasi 30 anni è impegnata nel sostegno, la promozione e l'innovazione di progetti per il sociale, l’ arte e la cultura, l’ambiente e la ricerca scientifica. Ogni anno destina a queste attività circa 150 milioni di euro, sostenendo mediamente più di 1000 progetti con contributi a fondo perduto che vanno agli enti non profit che operano in Lombardia e nelle province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola.

E’ in questi progetti, in queste comunità locali che si materializza, si concretizza la solidarietà delle persone, nelle diverse forme. Grazie a loro e grazie a chi lo racconta, come Wikisolidarietà, questo ambito trova visibilità, e un ruolo all’interno di un sistema Paese in cui al primo, il secondo settore (il Pubblico e il Privato) se ne aggiunge un Terzo, fondamentale oggi per le nostre comunità.

Aiutare chi aiuta

Se c’è un esempio di solidarietà che vale la pena di raccontare, in una giornata come quella di San Martino - figura emblematica per la sua generosità presa come riferimento -, è la risposta di solidarietà che le comunità hanno dato quest’anno nel momento del culmine della pandemia, durante la prima ondata.

Dal nostro osservatorio abbiamo visto una reazione straordinaria delle persone sul fronte della solidarietà. Certamente medici, infermieri e personale sanitario; ma anche chi lavora nel mondo del volontariato, del terzo settore che ha cercato in ogni modo di non lasciare solo chi si trovava in difficoltà: la maglia dei rapporti di vicinato, quella dei legami si è stretta di più; molti i casi di persone che aiutavano gli altri, per i piccoli, grandi bisogni, per la spesa e per le necessità, per tenere i figli di chi continuava ad andare al lavoro.

Abbiamo assistito a qualcosa di eccezionale sul territorio della Lombardia, uno tra i più colpiti in Italia. Si è infatti è attivata una gara di solidarietà tra le persone con fatti e dati utili per un racconto. Le 16 Fondazioni di Comunità – organizzazioni filantropiche fatte nascere da Fondazione Cariplo per tenere saldi i rapporti col territorio – hanno raccolto oltre 60 milioni di euro tra la gente per la gente. 60 milioni di euro un poco più di un mese.

La solidarietà, infatti, è fatta di cuore, mente, braccia, di competenze e di risorse. Questa straordinaria attività è andata a favore dei servizi alle persone più fragili, sostenendo le associazioni e gli enti non profit nella difficile situazione originata dall’emergenza sanitaria, che è passata anche per l’attivazione a Milano di 7 HUB per la distribuzione di cibo alle persone in difficoltà in collaborazione con il programma Qu.Bì per il contrasto alla povertà minorile a Milano, avviato da Fondazione Cariplo nel 2017.

Fondazione Cariplo ha scelto di scendere in campo insieme agli altri, ma servono esempi per far capire cosa è la solidarietà.

Tra le iniziative attivate grazie a #MilanoAiuta c’è la Spesa Solidale, una rete capillare di consegna a domicilio (per almeno 2000 spese a settimana) di beni di prima necessità, destinato a 3500 persone: anziani, disabili con difficoltà motorie, persone con problemi di salute.

E Zumbimbi l’accoglienza di bambini, tra i 6 e i 14 anni, con i genitori ospedalizzati causa Covid-19. I bambini sono ospitati nella struttura di via Zumbini che dispone di 16 camere, e seguiti da animatori volontari. Il presidio medico è fornito da Emergency, Ospedale San Paolo e Ospedale San Carlo. Miriam, Gioacchino, Eleonora, Angelica, Michele sono cinque coinquilini tra i 23 e i 28 anni. Abitano a due passi dall’università Bocconi, e vivono insieme da pochi mesi, «a settembre eravamo coinquilini, a ottobre amici, a dicembre compagni di viaggio e adesso uniti in questa forzata, ma necessaria, convivenza, ma anche nella voglia di fare qualcosa per gli altri». Tra una risata e un litigio (succede anche quello quando stai tutto il giorno in casa) hanno lanciato “Home is bello”: realizzano magliette home made a fronte di un piccolo contributo richiesto agli acquirenti. L’intero ricavato delle magliette viene devoluto al Fondo #Milano Aiuta.

Grazie alla Fondazione di Comunità del Lecchese onlus, è nata la raccolta Aiutiamoci, un fondo partito con una dotazione iniziale di 50mila euro da parte di Fondazione Cariplo e 100mila euro della Fondazione della Comunità di Lecco per il Sostegno sanitario all'Azienda sociosanitaria territoriale. La comunità ha risposto in modo straordinario con gruppi spontanei di raccolta tra le persone e in breve tempo il fondo ha raggiunto la cifra di oltre 5 milioni di euro, grazie al contributo di circa 10mila donatori. Tra di loro anche gli allevatori di Amatrice: un commovente gesto di “solidarietà di ritorno” verso la comunità di Civate che li aveva sostenuti nel momento del terremoto.

Non solo denaro, anche ospitalità.

Claudia Pattarini è la vicepresidente di “Ospiti per Casa”, un’associazione storica di proprietari di B&B del Lago di Como nella quale, più recentemente, sono confluiti anche gli host Airbnb del territorio. L’intento comune è quello di coniugare l’ospitalità con la valorizzazione del territorio e la promozione dei valori di sostenibilità e responsabilità. Un percorso che ha generato nel tempo iniziative sempre più strutturate anche attraverso un dialogo costante con le istituzioni locali e con la comunità. Perché la dimensione relazionale con i turisti è l’attenzione ai bisogni del territorio sono sempre state alla base della loro ospitalità.

Ecco cosa è a solidarietà. Per rappresentarla abbiamo pensato di chiedere in “prestito”, con alcuni esempi, le facce e le braccia di quelle persone che la realizzano ogni giorno. Ma questa pandemia sta mettendo a rischio anche questa infrastruttura sociale. Ci sono circa 400mila organizzazioni non profit in Italia, tra associazioni, imprese, cooperative sociali, fondazioni, in cui lavorano poco meno di 1 milione di persone e che promuovono la partecipazione attiva di oltre 5 milioni di volontari, con una dimensione economica complessiva superiore a 70 miliardi di euro, corrispondente ad una quota superiore al 4% del PIL nazionale. Le istituzioni non profit in Lombardia sono 55mila, 16% del settore, ovvero il contingente più numeroso del Paese. Con poco meno di 200.000 lavoratori, coinvolgono 1,1 milioni di volontari e producono un valore di 17,5 miliardi di euro pari all’incirca al 4,5% del PIL lombardo. E’ un sistema diffuso capace di generare promozione sociale e intervenire a sostegno delle persone all’interno delle comunità. Un patrimonio molto tangibile, ma spesso poco rappresentato, fatto di realtà e luoghi, molto significativi nella vita delle persone: si tratta dei servizi erogati dagli Enti del Terzo Settore che operano in ambito sociale, culturale e ambientale. Servizi per persone con disabilità, asili nido, servizi per anziani, luoghi della cultura, attività artistiche, promozione culturale, servizi per minori e famiglie in situazioni di fragilità e molto altro.Tutto questo sistema di intervento oggi rischia di scomparire se i soggetti che erogano i servizi non riusciranno a sopravvivere alla crisi. Già nel primo semestre 2020 si stima che la metà delle organizzazioni operanti sul nostro territorio sia stata costretta ad interrompere i propri servizi.

Sin dall’inizio della pandemia, Fondazione Cariplo ha avuto chiara l’urgenza di dare un sostegno immediato e reale per la sopravvivenza di questi servizi, attraverso il supporto agli Enti che li erogano e che si trovano ad affrontare un’emergenza economica non disponendo spesso di patrimoni sufficienti per reggere mesi di attività ridotta o addirittura sospesa. Per questo è stato lanciato il Bando LETS GO!, che rappresenta un impegno senza precedenti e un’operazione unica nel panorama nazionale: 16 milioni di euro per 400 iniziative selezionate nel territorio della Lombardia, e nelle Province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola, finalizzato a garantire la sopravvivenza di realtà del Terzo Settore che contribuiscono in modo significativo alla coesione e alla crescita del territorio. Un impegno straordinario a sostegno dei servizi che generano valore sociale, culturale e ambientale, realizzato in collaborazione e con il contributo della Fondazione Peppino Vismara e la partecipazione delle 16 Fondazioni di Comunità. A questo si affianca un’altra iniziativa “E’ di nuovo sport”, realizzata da Fondazione Cariplo insieme a Regione Lombardia, che mette in campo un budget complessivo di 3,7ML di euro, per sostenere le organizzazioni sportive dilettantistiche lombarde. Seppure straordinaria, l’azione promossa da Fondazione Cariplo con i 16 milioni del Bando LETS GO! riuscirà a rispondere solo a parte delle organizzazioni che hanno fatto richiesta: il numero delle domande ricevute (circa 1.400) dimostra infatti che l’ampiezza del bisogno è molto più grande.

Dobbiamo rendercene conto e aiutare chi aiuta.